SEGUICI SU FACEBOOK

L'Authority sanziona ENEL

17 Dicembre 2016

L'Autorità per l'energia ha avviato un procedimento sanzionatorio nei confronti di Eni Spa per violazione degli obblighi informativi in caso di interruzione della fornitura dei clienti gas disalimentabili, con una possibile sanzione fino a circa 920mila euro e irrogato una sanzione di circa 800mila euro nei confronti di Enel Servizio Elettrico Spa.

Ricordiamo che la fornitura di energia non può mai essere sospesa, nemmeno per morosità, ai clienti, definiti "non disalimentabili" (per esempio i clienti che per ragioni di sopravvivenza sono connessi a macchine salvavita) e ad altri clienti per i quali, fino a quando sono rimasti serviti dall'impresa distributrice, non è stata prevista da parte della stessa impresa la sospensione della fornitura in relazione alle funzioni di pubblica utilità svolte dai medesimi.

A far scattare la decisione è stata la violazione in materia di qualità commerciale del servizio di vendita di energia elettrica. La vicenda nasce da un reclamo pervenuto allo Sportello per il consumatore di energia dal quale, durante la fase istruttoria, è poi emerso come la Società, nel corso del 2015 non avesse informato correttamente ben circa 7.300 clienti morosi dell'imminente intervento di interruzione della fornitura gas, come previsto dalla regolazione, non consentendo loro di scegliere se evitare l'intervento con il pagamento di quanto dovuto o subire l'interruzione con i conseguenti costi di ripristino.

Nel mirino dell'Autorità è inoltre finita anche Eni: a partire da marzo 2016 Eni ha introdotto una lettera standard di preavviso di interruzione non conforme a quanto previsto dalla regolazione, cioè priva dell'informativa sulle modalità di ripristino della fornitura.

Dillo alla Casa
Dillo alla Casa
Help Turista
Sportello del turista
L'App del Turista
La Casa Del Consumatore
Sito Nazionale
La Casa Del Consumatore